MAX NAGL SECONDO IN MXGP A VALKENSWAARD

160329_112

GRANDE IMPRESA DEL TEDESCO, CHE NONOSTANTE LA BRUTTA PARTENZA IN GARA 2 CONQUISTA IL PODIO CON UNA RIMONTA DA ANTOLOGIA. IN CRESCITA ANCHE CHRISTOPHE CHARLIER, MENTRE IL CAMPIONATO CONTINENTALE EMX PARTE CON UN MONOPOLIO HUSQVARNA

Max Nagl ha mostrato un grande stato di forma nel terzo round del Mondiale Motocross FIM 2016, dando fondo alle sue risorse in due frazioni che gli sono valse il secondo posto di giornata a Valkenswaard, in Olanda.

Tornato alla condizione che lo aveva visto comandare la classifica iridata per tutta la prima metà della passata stagione, il pilota del team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing ha iniziato il GP d’Europa, terza tappa del campionato MXGP 2016, con una convincente vittoria nella gara di qualificazione svolta domenica.

Capitalizzando l’ottima partenza nella prima gara di giornata, il tedesco si è trovato subito in condizione di lottare per un posto nella top 3 della MXGP. E mostrando velocità e costanza formidabili a dispetto delle difficili condizioni della pista, Nagl ha superato il campione in carica Romain Febvre poco dopo la metà gara, andando a guadagnarsi un meritato secondo posto di manche.

In gara due, non riuscendo a partire brillantemente dal cancelletto, Nagl si è ritrovato in 15.a posizione al termine del primo giro. Ma rendendosi conto che il podio di giornata era alla sua portata, il tedesco ha dato tutto quel che aveva avanzando ininterrottamente fino al quarto posto finale. Lasciando il GP d’Europa con un secondo posto di giornata nella classe MXGP, il pilota Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing ha concluso il terzo round del campionato 2016 più che soddisfatto dei suoi progressi in gara.

Anche il compagno di team di Nagl in MXGP, Christophe Charlier, ha trovato una miglior condizione. Mettendo a segno due grandi partenze, il francese ha portato la sua FC 450 a lottare per le posizioni nella top 10. Un errore nella prima manche lo ha costretto ad accontentarsi poi del venticinquesimo posto finale, mentre in gara 2 Charlier si è riscosso chiudendo decimo.

Nella classe MX2, il GP d’Europa si è invece dimostrato ostile ai piloti del team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing. Partito con l’obiettivo di un podio, Max Anstie si è trovato con una montagna da scalare dopo che una pesante caduta nella sua manche di qualificazione lo ha privato dell’indispensabile posizione favorevole al cancelletto. Pur avendo spinto al massimo per recuperare da una brutta partenza, Anstie ha concluso la prima manche in diciannovesima posizione. Partito nelle retrovie anche in gara due, si è classificato ventiduesimo in questa occasione.

Con una caviglia compromessa da una caduta in allenamento a pochi giorni dall’appuntamento di Valkenswaard, Thomas Covington ha fatto il possibile per raccogliere punti importanti per il campionato MX2. Impossibilitato a dispiegare il suo pieno potenziale, Covington non ha trovato una partenza incisiva nella prima manche MX2, portando poi la sua FC 250 al ventiquattresimo posto. Le cose non sono purtroppo migliorate in gara due, dove Thomas si è toccato con un altro pilota, cadendo e rompendo il radiatore della sua moto.

A Valkenswaard si è aperto anche il Campionato Europeo di Motocross, nel quale entrambi i piloti del team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing, Conrad Mewse e Yentel Martens, hanno iniziato vittoriosamente la propria stagione. Portando la sua FC 250 a una doppietta, Conrad Mewse ha conquistato il gradino più alto del podio in EMX250. Il suo compagno di squadra Yentel Martens si è invece assicurato la vittoria del GP nella classe EMX300 grazie a un secondo e un primo posto nelle due manche.

Il team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing partirà ora alla volta dell’Argentina, dove correrà il quarto round del campionato mondiale di Motocross FIM nel weekend dell’8-9 aprile.

Max Nagl:
“Abbiamo avuto un weekend assolutamente positivo e siamo riusciti a salire di livello. Ho guidato bene in entrambi i giorni, sebbene la pioggia avesse reso il fondo scivoloso e difficile. Nella prima manche ho lottato a lungo per il terzo posto, poi sono riuscito a fare un paio di sorpassi e a chiudere secondo. Nella seconda manche invece sono partito male ritrovandomi in quindicesima posizione. Non so proprio cosa sia successo, però volevo fortemente chiudere sul podio di giornata, per me e per il team, e mi sono messo a spingere al massimo fino alla bandiera a scacchi. Sono veramente felice di aver raggiunto il podio. Se fossi partito bene anche nella seconda manche, sono sicuro che avrei potuto lottare per la vittoria finale. Ma prendiamo le cose positive di oggi e andiamo avanti: mi sento bene sulla moto e la prossima pista che incontreremo, in Argentina, è una delle mie preferite.”

Christophe Charlier:
“Abbiamo lavorato molto con il team dalla Thailandia a qui, e il lavoro ha pagato. Sono anche riuscito a fare qualche gara sulla sabbia per prepararmi a questo GP, cosa che mi ha aiutato molto. La sabbia non è il mio terreno preferito, ma oggi davvero dato il massimo e penso che i risultati dimostrino che abbiamo fatto passi nella giusta direzione. Nella prima manche sono caduto male, il che non mi ha permesso di lottare per un posto nei primi 15. Ma nella seconda manche sono partito bene e ho concluso al decimo posto. Un’altra cosa positiva che portiamo a casa da questo GP è che sono riuscito a migliorare le mie partenze: in entrambe le manche ero nei primi 12. Non vedo l’ora che arrivino i prossimi round e le piste dal fondo duro, dove potrò far vedere quello che so veramente fare.”

Max Anstie:
“È evidente che le cose qui a Valkenswaard non sono andate come avevamo pianificato, ma stiamo cercando di mettere insieme tutti i pezzi del puzzle per arrivare più alle prossime gare più forti. È un peccato non essere riuscito a ottenere un buon cancelletto a causa della caduta subito dopo la partenza della manche di qualificazione. È stata una brutta caduta, e mi è andata bene a esserne uscito senza conseguenze pesanti. Partire dalle retrovie e trovare la pioggia in gara uno non ha certo aiutato. Poi ho fatto qualche piccolo errore anche in gara due, chiudendo fuori dalla top 20. Non è stata una gran giornata, ma torneremo a lavorare e ci riprenderemo. Stiamo facendo tutto il possibile, lavoriamo col massimo impegno e questo è tutto quello che possiamo fare. Speriamo che in Argentina la fortuna passi dalla nostra parte.”

Thomas Covington:
“La settimana scorsa mi sono infortunato alla caviglia, e non sapevo nemmeno se sarei riuscito a correre o no. È successo venerdì, mentre stavamo provando in una pista qua in zona con il team ho preso un duro colpo alla tibia strappandomi anche un legamento. Il dottore ha detto che avrei potuto correre se fossi riuscito a sopportare il dolore, per cui abbiamo deciso di provarci per raccogliere qualche punto. Nella prima manche però sono partito molto male. Nella seconda mi sentivo un po’ meglio, ma ci siamo toccati con un altro pilota e ho rotto il radiatore della mia moto. I dottori dicono che ci vorranno dalle quattro alle sei settimane perché la caviglia guarisca completamente. Spero almeno di sentire meno dolore in Argentina, e di riuscire a guidare al mio meglio.”

Risultati – Mondiale Motocross FIM, Round 3

MXGP Classifica finale
1. Romain Febvre (Yamaha) 45 punti; 2. Max Nagl (Husqvarna) 40 punti; 3. Tim Gajser (Honda) 38 punti… 15. Christophe Charlier (Husqvarna) 11 punti… 23. Jake Nicholls (Husqvarna) 3 punti

MXGP Gara 1
1. Tim Gajser (Honda) 15 giri, 34:41.033; 2. Max Nagl (Husqvarna) 34:46.464; 3. Romain Febvre (Yamaha) 35:14.476… 18. Jake Nicholls (Husqvarna) 14 giri, 35:09.713… 25. Christophe Charlier (Husqvarna) 36:17.819… 27. Klemen Gercar (Husqvarna) 13 giri, 34:58.661

MXGP Gara 2
1. Romain Febvre (Yamaha) 16 giri, 34:55.696; 2. Antonio Cairoli (KTM) 35:00.852; 3. Jeremy Van Horebeek (Yamaha) 35:08.133; 4. Max Nagl (Husqvarna) 35:10.196… 10. Christophe Charlier (Husqvarna) 36:06.044… 29. Klemen Gercar (Husqvarna) 10 giri, 25:25.289

MX2 Classifica finale
1. Jeffrey Herlings (KTM) 50 punti; 2. Pauls Jonass (KTM) 44 punti; 3. Jeremy Seewer (Suzuki) 38 punti… 12. Ben Watson (Husqvarna) 18 punti… 22. Lars van Berkel (Husqvarna) 3 punti… 24. Max Anstie (Husqvarna) 2 punti

MX2 Gara 1
1. Jeffrey Herlings (KTM) 15 giri, 35:12.127; 2. Pauls Jonass (KTM) 36:03.023; 3. Petar Petrov (Kawasaki) 36:19.295… 8. Ben Watson (Husqvarna) 37:19.916… 19. Max Anstie (Husqvarna) 14 giri, 36:23.659; 20. Lars van Berkel (Husqvarna) 36:39.109… 24. Thomas Covington (Husqvarna) 37:19.935… 31. Davide Bonini (Husqvarna) 11 giri, 33:11.896

MX2 Gara 2
1. Jeffrey Herlings (KTM) 16 giri, 35:17.872; 2. Pauls Jonass (KTM) 36:37.783; 3. Jeremy Seewer (Suzuki) 36:43.276… 16. Ben Watson (Husqvarna) 15 giri, 35:52.623… 19. Lars van Berkel (Husqvarna) 36:11.641… 22. Max Anstie (Husqvarna) 36:35.784

Classifica di campionato (dopo il Round 3)

MXGP
1. Romain Febvre (Yamaha) 137 punti; 2. Tim Gajser (Honda) 124 punti; 3. Evgeny Bobryshev (Honda) 107 punti… 6. Max Nagl (Husqvarna) 84 punti… 16. Christophe Charlier (Husqvarna) 35 punti… 26. Jake Nicholls (Husqvarna) 3 punti

MX2
1. Jeffrey Herlings (KTM) 150 punti; 2. Pauls Jonass (KTM) 112 punti; 3. Jeremy Seewer (Suzuki) 112 punti… 12. Ben Watson (Husqvarna) 39 punti; 13. Max Anstie (Husqvarna) 35 punti… 16. Thomas Covington (Husqvarna) 32 punti… 31. Lars van Berkel (Husqvarna) 3 punti

→全文を読む

情報提供元 [ Husqvarna Motorcycles ]

関連記事

編集部おすすめ

  1. 近隣の臨海副都心エリアやその他のエリアでの拡充開催も検討 一般社団法人 日本自動車工業会…
  2. YZ450FでIA1に出場 2018年10月28日(日)、宮城県のスポーツランドSUGOに…
  3. 初代C100 に込められた想いや広く愛される基本性能を継承しつつより豊かで新しい乗り物を生み…
  4. KTM Japanは、2018年10月から12月末までの間、クリスマス・キャンペーンを実施す…
ページ上部へ戻る